Ener2Crowd

In questo articolo proponiamo una guida completa sulla piattaforma Ener2Crowd, che consente di investire su progetti votati alla Green economy.

Ener2Crowd Opinioni e Recensioni

Quest’ultima sta avanzando velocemente, complice anche la crescente consapevolezza di costruire un’economia futura più sostenibile. E dunque, occorre cogliere al meglio tutte le opportunità che essa offre. Stando ovviamente sempre attenti a truffe e promesse assurde.

Del resto, ogni grande opportunità, purtroppo, ha una pericolosa altra faccia della medaglia: sollecita l’ingegno di malintenzionati.

Lo scopo dunque di questa recensione su Ener2Crowd è di capire meglio cos’è, come funziona, se conviene, chi c’è dietro. Al fine di investire con la massima consapevolezza.

Ener2Crowd cos’è: Recensione 2023

Cos’è Ener2Crowd? Sulla propria pagina ufficiale, la società chiarisce di non offrire consulenza finanziaria. Quindi, le proposte riportate non vanno prese come tali.

Si pone invece come una sorta di vetrina virtuale, un punto di incontro tra chi propone dei progetti con relative condizioni e chi invece cerca di investire in progetti ecosostenibili. Cercando appunto quelli più convincenti e, ovviamente, convenienti in termini di ritorno economico.

Dunque, si tratta di una piattaforma di crowfounding, un metodo di investimento sempre più in voga. Soprattutto in ambito immobiliareDove gli utili sono ripartiti a progetto concluso (solitamente la realizzazione di un residence, di un parco, di un condominio, di un villaggio turistico, ecc.)

Vedi anche l’elenco delle migliori piattaforme di crowdfunding immobiliare.

Quindi, gli investimenti presentati sul portale sono proposti esclusivamente dai relativi offerenti, che si assumono ogni responsabilità al riguardo. E, dalla parte dell’investitore, gli investimenti vanno effettuati in base alla propria reale capacità finanziaria. Con la relativa sopportazione delle eventuali perdite. Ricordando agli investitori sempre di diversificare il proprio portafoglio.

Pertanto, si può dire che Ener2Crowd punta ad un investimento, oltre che ecosostenibile, anche responsabile.

Quindi, l’obiettivo di questo progetto green è quello di diventare il più grande fondo di investimento sostenibile, al fine di dimostrare che ridurre le emissioni di CO2 da un lato e costruire un futuro migliore dall’altro sono una grande opportunità per il progresso di tutti.

Storia di Ener2Crowd: la piattaforma per investimenti sostenibili

Prima di impegnarsi in un progetto, è giusto conoscerne la storia. Quella di Ener2Crowd inizia nel giugno 2018, quando alcuni ingegneri, appassionati di energia e convinti che essa potesse essere un veicolo partecipativo per la trasformazione dell’economia, hanno deciso di ideare una prima bozza di presentazione di quello che sarebbe poi chiamato Ener2Crowd.

Dopo 5 mesi e in pieno periodo natalizio – il 27 dicembre 2018 – si è avuta la firma del primo round pre-seed di finanziamento da parte di investitori privati e istituzionali interessati al progetto. Investimento che ha consentito all’idea finalmente di concretizzarsi e spiccare il volo.

Negli 8 mesi successivi, c’è stato invece lo sviluppo IT e legale e la definizione di strategie commerciali e di comunicazione. Sforzi che hanno consentito la realizzazione dell’attuale piattaforma.

A settembre 2019 c’è stato il lancio definitivo, per consentire diinvertire il corso del cambiamento climatico, attraverso un processo di sviluppo di interventi concreti e misurabili.

Nella primavera del 2022, quindi in circa 4 anni dalla nascita di un’idea innovativa, Ener2Crowd è diventata la più grande comunità di investitori etici in Italia. Viaggiando verso i 6mila membri, con una crescita di centinaia di nuovi aderenti al mese.

Ener2Crowd come funziona?

Come funziona Ener2Crowd? Dopo le dovute presentazioni, cerchiamo di capire come funziona la piattaforma. Sia dal lato di chi investe, sia dal lato di chi propone i progetti.

Come partecipare ai progetti su Ener2Crowd

Per prima cosa, occorre iscriversi alla piattaforma. Bastano pochi minuti e avere a portata di mano la propria carta d’identità. Dopodiché, ti verrà richiesto di caricare i documenti aggiuntivi per ricaricare il tuo portafoglio digitale e poter quindi investire nei progetti in cui credi di più.

Il processo di pagamento è garantito da LemonWay, Istituto di Pagamento autorizzato ad operare in tutta l’Unione Europea. In fondo alla Home page della piattaforma, è possibile visualizzare tutte le condizioni previste da LemonWay.

Una volta eseguiti i passaggi preliminari, sarà possibile visualizzare tutti i progetti presenti sulla piattaforma e scegliere quello o quelli che fanno di più per noi. In termini di accessibilità economica, ma anche in linea con ciò in cui crediamo di più.

I proponenti del progetto utilizzeranno i fondi per attuare progetti green e l’utente può monitorare i tuoi investimenti nell’area riservata. Dunque, puoi rimanere in contatto con i proponenti e ricevere aggiornamenti sui progetti.

Una volta portato a termine il progetto, i promotori rimborseranno il capitale inizialmente investito insieme agli interessi maturati.

Puoi anche decidere di reinvestire il tuo profitto in un nuovo investimento.

Qualora invece il progetto non dovesse andare in porto, riceverai indietro il denaro investito.

Il consiglio è comunque quello di investire inizialmente cifre basse per provare la piattaforma e capire se confà alle nostre aspettative. E se è affidabile.

Come proporre progetti su Ener2Crowd

Ener2Crowd mette in contatto quanti hanno un progetto valido basato su un’etica green con una comunità di investitori in grado di prestare denaro per vedere realizzato il proprio progetto.

Ener2crowd accoglie tutte quelle tipologie di progetti che generano consistenti benefici ambientali e sociali. Il crowdfunding viene così pensato non solo come uno strumento di finanziamento alternativo, ma anche come strumento di aggregazione e di consenso delle persone e delle comunità che beneficeranno dei progetti proposti.

I soggetti che possono presentare un progetto su Ener2Crowd sono:

  • Piccole e medie imprese (PMI)
  • Enti pubblici
  • Esco e fornitori di energia
  • Utilities

Pigiando sul bottone “Proponi un progetto” si aprirà un form da compilare, dove inserire i vari dati personali o societari richiesti. Anche dati più particolari, da poter caricare comodamente sulla piattaforma, come la visura camerale o l’ultimo bilancio approvato. Oltre ai dati di contatto (email, numero di telefono).

Nonché ovviamente il documento relativo al business plan, la cifra che si intende investire, quanto si richiede agli investitori e così via.

Insomma, proporre un progetto è molto semplice, e non prevede l’invio di scartoffie via posta o fax. Si fa tutto sulla piattaforma. Basta avere tutti i documenti e dati richiesti.

Ener2Crowd: metodi di pagamento

Quali sono i metodi di invio denaro su Ener2Crowd? Al momento della scrittura, per ricaricare il wallet sulla piattaforma sono concessi i seguenti metodi alternativi:

  1. Carte collegate al circuito VISA
  2. Carte collegate al circuito Mastercard
  3. Bonifico bancario

Attualmente non sono previsti metodi come i circuiti virtuali, quali PayPal, Neteller, Skrill, ecc. Ma non si esclude che i responsabili decidano di prevederle in futuro.

Usare Ener2Crowd conviene?

La piattaforma si presenta come un’interessante opportunità di investimento, soprattutto per quanti vogliono investire in progetti etici ed ecosostenibili. Un’opportunità che sicuramente crescerà sempre di più, poiché sono costanti gli sforzi (anche opportunistici, sicuramente) di creare un mondo diverso da quello in cui siamo cresciuti. Che ha letteralmente abusato delle risorse naturali e votato all’inquinamento selvaggio.

Naturalmente, bisogna sempre capire quali sono le proprie possibilità finanziarie reali e quali sono i propri obiettivi. In genere, le piattaforme di crowfounding sono soft entry level, cioè richiedono una cifra minima di partenza relativamente bassa (di solito tra i mille e i 2 mila euro, ma talvolta anche poche centinaia di euro). Quindi alla portata di una vasta platea.

Va da sé però che investimenti bassi, portano anche a profitti contenuti. Così come quanti vogliono ottenere grossi profitti potrebbero non trovare pane per i propri denti, ecc.

E’ importante comunque sempre investire una cifra che ci si può permettere di perdere e che non sottrarremo a cose più importanti. Sebbene, generalmente, con le piattaforme di crowfunding, almeno quelle che non nascono come truffa, la cifra inizialmente investita torna indietro se il progetto non va a buon fine.

Occorre infatti tener presente che nel caso in cui il progetto non venga realizzato (per sopraggiunti problemi, per un dietrofront del proponente o perché non si è riusciti a raccogliere i fondi previsti), allora il denaro sarà restituito. E avremo perso del tempo, durante il quale avremo magari potuto investire altrove in modo più proficuo. E’ uno dei pochi rischi da tener presente.

Per quanti invece propongono progetti, l’opportunità è quella di reperire fondi più facilmente, proprio perché Ener2Crowd si propone come efficace vetrina dei loro progetti. Ovviamene, occorre essere convincenti e al contempo allettanti, poiché agli investitori interessano anche e soprattutto i ritorni economici. Inutile prendersi in giro.

Per i soggetti proponenti è comunque anche un ottimo modo per dare visibilità alla propria attività, giacché occorre ovviamente descrivere cosa si fa e la propria storia.

Ener2Crowd truffa?

La domanda è più che lecita. Del resto, come detto nell’incipit, le nuove opportunità economiche finiscono anche per generare nuove opportunità di truffare il prossimo. Si pensi alle criptovalute e a tutto il mondo DeFi che vi gira intorno.

Scrutando la piattaforma di Ener2Crowd, ci sembra che non sia questo il caso. Infatti, i responsabili del progetto sono riportati con tanto di nome, cognome e foto. Così come i collaboratori.

Certo, ci sarebbe piaciuto che oltre a ciò, avessero messo pure dei collegamenti ipertestuali ai loro profili Social, così da dare ulteriore prova di trasparenza. Almeno al momento della scrittura non ci sono. Facendo comunque delle ricerche su alcuni di loro scelti “random”, abbiamo comunque verificato che hanno un reale profilo su Linkedin. Quindi non sono nomi inventati e foto prese su Google come di solito fanno le truffe.

Quello del collegamento al profilo social resta comunque un suggerimento disinteressato.

Riportiamo i nomi e le biografie dei 4 fondatori:

  • Niccolò Sovico: Laurea in Energia e Ingegneria Nucleare presso il Politecnico di Torino con esperienza negli Stati Uniti
  • Sergio Pedolazzi: Laurea in ingegneria civile
  • Paolo Baldinelli: Laurea in economia aziendale presso l’Università Bocconi di Milano
  • Giorgio Mottironi: Esperto nel marketing e nella dinamica comportamentale connesso ai sistemi economici sul mercato B2C e B2B

Per il resto, il sito ci sembra ben fatto, userfriendly, trasparente. Sono anche riportati il contratto proposto, le politiche sulla privacy e sui cookies.

Sul sito è riportata anche la mappa di Google maps per geolocalizzare la sede.

Ener2Crowd: contatti

Non manca poi una sezione dedicata ai contatti. Sono diversi i canali per contattare il progetto, raggiungibili nella sezione Contatti in fondo alla Home page:

Sul sito c’è anche una icona in basso a destra per aprire una Live chat e un’altra per aprire un Form di contatto.

Ener2Crowd Opinioni e Recensioni 2023

Quali sono le opinioni e le recensioni su Ener2Crowd? Utilizzando una piattaforma come Trustpilot, dove è possibile lasciare delle recensioni, il sito vanta circa 59 recensioni con una media di 4,8. Certo altissima, sebbene non siano ancora molte.

Tra i punti di forza segnalati dagli utenti che hanno provato la piattaforma di Ener2Crowd ci sono:

  • progetti green,
  • con investimenti oltre a 500 euro la piattaforma pianta alberi veri,
  • eventi e partnership,
  • community,
  • lending crowdfunding,
  • progetti controllati scrupolosamente dal team,
  • partecipazione del team di Ener2crowd,
  • assistenza e consigli 24/7.

Conclusioni

Insomma, Ener2Crowd ci sembra un progetto di crowfunding molto interessante. Votato agli investimenti sostenibili. La piattaforma è ben fatta e userfriendly sia per chi propone progetti sia per chi intende investirci.

Il consiglio, almeno alla prima esperienza, è di provare con cifre basse. Sebbene ci siano tutte le premesse per parlare di un’ottima opportunità di guadagno, e anche etico.

Leave a Reply